QUESTO SITO NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA'

LeBron non basta ai Lakers: il derby è dei Clippers

4 DICEMBRE
SPORT-USA/NBA

Colpo doppio della squadra di Lue che si rialza dopo tre sconfitte e sorpassa in classifica i cugini: allo Staples Center finisce 115-119.

SPORT TODAY

Cosa c’è di peggio che perdere un derby? Subire al contempo il sorpasso in classifica dei cugini. I Lakers incassano contro i Cilppers la dodicesima sconfitta stagionale, che segna il ritorno al 50% di successi.

Nuova, pesante caduta quindi per la squadra di Vogel che si ferma dopo due successi di fila non riuscendo a trovare la continuità necessaria per provare a dare concretezza alle ambizioni di inizio stagione, giustificate dal mercato grandi firme.

Il derby di Los Angeles è sempre tenuto sotto controllo dai Clippers, che a propria volta fermano la serie di tre ko di fila, vincono grazie alla grande precisione dall’arco e superano in classifica i Lakers, pur avendo giocato (e perso) una partita in meno.

Anthony Davis e compagni risalgono per tre volte fino alla parità, ma si arrendono sul fil di sirena proprio per gli errori ai liberi di Davis, comunque autore di 27 punti con 10 rimbalzi mentre dall’altra parte Luke Kennard infila tre triple consecutive negli ultimi 70 secondi.

Non basta quindi ai Lakers neppure il ritorno di LeBron James (23 punti). dopo la falsa positività al Covid

Oltre a Kennard, bene nela squadra di coach Lue anche Marcus Morris (21 con 6/9 da tre) e il solito Paul George (19 punti, 8 rimbalzi e 9 assist).

Dall’altra parte Vogel ha provato a smontare e rimontare il quintetto, ma senza successo. Inapprezzabile il contributo dei panchinari così come quello di Russell Westbrook, autore di appena 19 punti e 9 assist in 36 minuti.

 

LeBron James e Anthony Davis

Getty ImagesLeBron James e Anthony Davis

NOTIZIE CORRELATE