Sport Today
Dzeko Terracciano Roma Fiorentina

Roma-Fiorentina, i viola rinunciano al ricorso

La Fiorentina rinuncia al ricorso dopo la gara contro la Roma: "Nessuna possibilità di successo, chiediamo maggiore dialogo".

SPORT TODAY

Tanto rumore per nulla. Dopo le veementi polemiche seguite a Roma-Fiorentina, infatti, la società viola ha ufficialmente escluso la possibilità di presentare un ricorso per chiedere di rigiocare la partita come paventato in tv dall'ex arbitro Graziano Cesari.

A fare discutere era stato l'inizio dell'azione che ha portato al secondo rigore concesso alla Roma, quando l'arbitro Chiffi ha toccato il pallone diretto a Carles Perez facendo però proseguire l'azione senza interrompere il gioco. Un errore tecnico, a detta di Cesari. Ma non secondo la Fiorentina che ha preferito non presentare neppure ricorso. "La Fiorentina informa di non aver presentato ricorso in merito a quanto accaduto ieri sera in occasione del secondo rigore concesso alla Roma, in quanto – dopo un’analisi approfondita – ritiene preventivamente nulla la possibilità di ottenere qualsiasi tipo di successo.Questo in quanto le regole attuali, incluse quelle del protocollo VAR, e la loro applicazione hanno ancora una forte preponderanza per l’assoluta discrezionalità dell’arbitro di gara su determinate situazioni".

Nel caso di Roma-Fiorentina ciò si è anche tradotto nella scelta dell’arbitro di non ricorrere alla tecnologia, il che  avrebbe potuto consentire di correggere quello che si ritiene e che tutti gli addetti ai lavori hanno analogamente condiviso un errore di valutazione sulla dinamica dell’azione di gioco. La società continua a farsi promotrice affinché il dialogo istituzionale tra i vari soggetti del mondo del calcio porti presto a regole più chiare e uniformi, così da ridurre il più possibile i margini di errore".

Il Giudice Sportivo, d'altronde, aveva già omologato regolarmente il risultato finale di 2-1 per i giallorossi. Tanto rumore per nulla, appunto.

Dzeko Terracciano Roma Fiorentina

Getty Images