Tennis, Jannik Sinner sincero: "Non basta il talento, serve l'allenamento"

9 GIUGNO
TENNIS

Dopo la sconfitta agli ottavi di finale del Roland Garros, Jannik Sinner torna a parlare del proprio percorso, ed in particolare della necessità di mettere su muscoli per poter affrontare al meglio i match ai 5 set.

SPORT TODAY

Jannik Sinner, talento tennistico altoatesino di 19 anni appena, è stato da poco eliminato dal Roland Garros 2021 dopo aver perso in 3 set contro l'Imperatore del Rosso Rafael Nadal. Non facile mettere in difficoltà il mancino di Manacor nel Suo torneo, ma Sinner si è addirittura ritrovato a servire per il set nel primo parziale, salvo poi concedere 8 game consecutivi a Nadal e veder scappare via il secondo e il terzo set.

Il 19enne italiano ha perso il suo terzo scontro diretto contro il tennista iberico, dopo aver già concesso il passo lo scorso anno ai quarti di finale proprio nella capitale francese e un mesetto fa agli Internazionali d’Italia. Nonostante ciò, Sinner ha già dimostrato a tutto il mondo di avere un talento enorme, vero, cristallino, e sarà quasi sicuramente protagonista dei prossimi 10 o 15 anni di tennis. 

Anche se il talento c'è, un aspetto che non si può ritenere secondario è quello dell'allenamento, tecnico ma soprattutto fisico, in particolar modo per affrontare al meglio gli Slam che, giocati sui 5 set, sono uno sporto molto diverso dai 1000 a scendere. Lo sa bene il nostro Lorenzo Musetti, che avanti 2-0 contro niente di meno che il numero 1 al mondo Nole Djokovic, è stato protagonista di un incredibile calo fisico che non gli ha permesso di portarsi a casa un match che, ad un certo punto, sembrava davvero alla sua portata.

Proprio per questo, il tennista italiano ha raccontato l’importanza dello sforzo atletico in un’intervista concessa presso il Technogym Village di Cesena: 

“In palestra faccio molti esercizi: forza, mobilità, stabilità e tutto il resto. È anche divertente, perché quando vai in palestra non sai mai esattamente cosa farai. Non mi piace fare resistenza, ma ho bisogno di farla. Preferisco lavorare sulla mobilità e soprattutto sulla forza; è il mio allenamento preferito, cercare di mettere su un po’ di muscoli – perché non ne ho moltissimi [...] L’allenamento è importante; se perdo una partita devo allenarmi al mattino e al pomeriggio, il più che posso. Non è facile ma è quello che ho scelto di fare, e se vuoi migliorare in campo devi lavorare tanto anche in palestra".

L'attuale numero 23 del mondo, come prossimo obiettivo, ha in testa Wimbledon, casa di un altro dei Big 3, Roger Federer, ritiratori dal Roland Garros agli ottavi prima del match contro il nostro Matteo Berrettini. Il prestigio Slam sull’erba londinese è in programma dal 28 giugno all’11 luglio.

 

Jannik Sinner

Getty ImagesJannik Sinner

NOTIZIE CORRELATE