Sport Today
Lorenzo

MotoGp, Lorenzo: "Marquez sarà un eroe o uno stupido"

L'ex centauro della Honda non usa giri di parole.

SPORT TODAY

Jorge Lorenzo ha commentato ad As l'incredibile recupero di Marc Marquez, che proverà a correre domenica a Jerez: "Prima di tutto, mostra il desiderio che hai di vincere il Mondiale. Suppongo che stia bene dopo l’operazione, perché se fosse dolorante non gli verrebbe in mente di provarci. Dopo i primi giri deciderà se continuare o meno. Sa di rischiare, perché un’altra caduta con il braccio operato di recente può avere conseguenze, come quelle che ho avuto in Germania. O peggio ancora, perché un braccio o un omero è più complicato di una clavicola. È qualcosa di più serio".

Per Lorenzo, arrivare sul podio è molto difficile per il numero 93: "La clavicola è importante, ma il braccio tiene ancora il corpo più in frenata. Se ottiene un podio o termina tra i primi cinque, che in questo momento è qualcosa che non mi passa per la testa, sarà impressionante e un eroe. Anche se otterrà punti. Ma se qualcosa va storto, la gente lo chiamerà stupido, come potrebbe essere successo a me ad Assen e poi mi è successo in Germania“.

Lorenzo nel 2013 corse con la clavicola appena operata: "A 25 anni è quello che ho sentito e fatto. Non credo che Marc arrivi tra i primi tre. La cosa più logica è che, se riesce a correre, sarà in mezzo al gruppo e c’è più rischio che accada qualcosa davanti. E di più con una moto complicata come la Honda".

Lorenzo

Getty Images