Gigione l'eterno

5 MARZO
CALCIO/SERIE A

L'importanza di Buffon nella Juve di Pirlo.

GUIDO BAGATTA

Gigi Buffon ha dichiarato che giocherà ancora almeno tre stagioni, il che lo farebbe arrivare alla veneranda età di 46 anni, anche se ufficioso, decisamente un record per un atleta professionista. D’accordo che oramai da qualche anno non è più titolare, ma la longevità vale comunque, anche perché nella Juve, dove credo Gigi vorrà terminare la sua carriera, il suo ruolo non è solo quello di secondo portiere, ma soprattutto quello di prolungamento di Andrea Pirlo all’interno dello spogliatoio. 

Presumendo che, anche senza Champions e scudetto, l’allenatore bianconero possa rimanere al suo posto ,visto che a volerlo è stato solo ed unicamente Andrea Agnelli, esercitando il suo potere su tutto e tutti, ciò significa che la coppia Pirlo-Buffon potrebbe davvero diventare una specie di “lifeline” per la Juventus del prossimo futuro. I due sono ottimi amici (Pirlo è stato uno dei tre giocatori della Juve, invitato al matrimonio del portierone) si frequentano anche fuori dal campo (cosa abbastanza inusuale nel rapporto tra un allenatore e un giocatore) e dividono insieme molte altre passioni. 

Qualcuno azzarda che, se Pirlo resisterà a questo suo primo difficilissimo anno, potrebbe anche succedere che per lui sia pronto un ruolo alla Ferguson con al fianco proprio Gigione. Ma questo è già  fantacalcio ed appartiene semmai al futuro a media distanza dei campioni d’Italia. Per il presente c’è da pensare alla remontada sull’Inter e a quella  “one shot”sul Porto. Se nella prima è possibile che Buffon giochi in qualche occasione, magari  con squadre “intermedie”, con i portoghesi, come è giusto che sia, per lui ci sarà la panchina che lo attende. D’altra parte, considerazioni future a parte, dopo un breve periodo con qualche svarione non da lui, Szczesny si è ampiamente ripreso ,finendo spesso (e questo, per gli juventini, non è comunque un buon segnale) a rivaleggiare con Ronaldo come migliore in campo tra i bianconeri. 

Ma come dicevamo, l’importanza di questo annuncio del prolungamento  della carriera “in pectore”, che Gigi si è dato, può magari aver spiazzato qualcuno, ma non certamente Pirlo. Averlo negli spogliatoi è per l’ex grande esecutore delle “maledette”, davvero fondamentale, nonostante lo stesso Pirlo ,quello spogliatoio lo conosca più che bene. Ma si sa, i tempi cambiano ed i giocatori anche  li dentro, comandano in pochi :i tre “vecchi” della difesa e Ronaldo, con Buffon leggermente defilato ma comunque con i panni del saggio sempre addosso.. E se Sarri, onestamente in questo davvero poco astuto, non lo ha mai compreso, Pirlo la storia la conosce da sempre cavalcandola da qualche mese .E come tutti gli ottimi cavalieri conosce  perfettamente la regola  che tutto parte e finisce dalla stalla.

Guido Bagatta

GUIDO BAGATTA
Gianluigi Buffon, portiere della Juventus

Getty ImagesGianluigi Buffon, portiere della Juventus

NOTIZIE CORRELATE
GUIDO BAGATTA