Serie A, Lazio: Simone Inzaghi alza bandiera bianca

15 MAGGIO
CALCIO/SERIE A

"Ce la siamo giocata fino alla fine". Queste le parole del tecnico della Lazio Simone Inzaghi, che nonostante un girone di ritorno devastante deve abbandonare il sogno qualificazione alla Champions League.

SPORT TODAY

Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha commentato ai microfoni di Sky Sport la sconfitta nel derby della Capitale contro la Roma per 2-0. La Lazio ha perso ben sei delle ultime otto trasferte di campionato, tante sconfitte quante nelle precedenti 26.

Questo il commento del tecnico biancoceleste sulla partita:

"Nel primo tempo la squadra ha fatto bene, abbiamo avuto due occasioni clamorose e abbiamo avuto un gol annullato con Muriqi che aveva un braccio in fuorigioco. Purtroppo non abbiamo reagito nel secondo tempo. Gli auspici per arrivare a questo derby non sono stati dei migliori, abbiamo perso Milinkovic-Savic, sicuramente avrei voluto più reazione nel secondo tempo. E poi gli episodi ci hanno condannati. Avevamo Caicedo a mezzo servizio e avevo poche alternative davanti per darci più forza in attacco. La reazione non è stata buona, c’è dispiacere perché dopo quel primo tempo non meritavamo di essere sotto. Loro sono stati chirurgici".

Tuttavia la questione Derby passa rapidamente in secondo piano per parlare del contratto del tecnico, di cui non è stato ancora annunciato il rinnovo:

"Io penso a finire bene questa stagione, secondo me abbiamo fatto un’ottima stagione, siamo tornati negli ottavi di Champions dopo 20 anni, siamo ancora tra le prime sei. Dobbiamo guardare avanti. Poi ci troveremo col presidente e il direttore con molta serenità. Sono dispiaciuto per stasera perché dopo quel primo tempo potevamo fare meglio [...] Sicuramente si parlerà di tutto, noi quest’anno non so a quanti punti finiremo, negli ultimi anni abbiamo fatto quasi sempre almeno 70 punti tranne in una stagione. Siamo arrivati un po’ corti quest’anno, per quanto riguarda la stagione per tutte le difficoltà che abbiamo avuto io devo complimentarmi con i ragazzi".

Come ben evidenziato da Inzaghi, la pianificazione del futuro latita, e il problema potrebbe essere la cessione di qualche uomo di punta della rosa, anche se, come ammesso dal tecnico, lui non ha informazioni a riguardo:

"Non lo so, come ho detto prima non abbiamo ancora pianificato e parlato perché c’era concentrazione sul campionato. Sul futuro non si è ancora parlato né per me né per i calciatori, poi ne parleremo con grandissima convinzione per capire il da farsi. Sapevamo che il nostro obiettivo era rimanere in Champions, ma ci sono state quattro squadre che sono state più forti di noi. Comunque ce la siamo giocata fino alla fine".

Simone Inzaghi

Getty ImagesSimone Inzaghi

NOTIZIE CORRELATE