Sport Today
Genoa

Salvezza, nessun ribaltone: Lecce in B

La Serie A chiude i battenti: il Genoa travolge il Verona e conquista la salvezza, salentini battuti in casa dal Parma.

SPORT TODAY

Il campionato di Serie A si chiude senza scossoni. L’edizione più tribolata della storia, con tre mesi di sospensione per la pandemia di Coronavirus, è arrivata alla conclusione in piena estate.

L’ultimo verdetto è stato la retrocessione in Serie B del Lecce: il testa a testa col Genoa, in vantaggio di un punto, finisce subito, perché i rossoblù travolgono il Verona. L’Udinese vince in casa del Sassuolo, pareggio tra Bologna e Torino.

BOLOGNA-TORINO 1-1
Il Bologna fallisce l'obiettivo di chiudereil campionato nella colonna di sinistra. Il Torinoevita invece la sconfitta numero 21 e chiude a 4 sul Lecce retrocesso. Primo tempo del Bologna, in vantaggio grazie a un gol di Svanberg al 18’, che ha punito l’inizio troppo passivo dei granata. La reazione del Toro arriva nella seconda parte della prima frazione, con l’ex Verdi vicino al gol in un paio di occasioni. A firmare il pareggio è Zaza, che a metà ripresa si inventa uno dei gol più belli del campionato con un destro al volo su cross dello stessoVerdi.

GENOA-VERONA 3-0
Gara senza storia a Marassi, dove prevalgono le maggiori motivazioni del Genoa, che centra un’altra sofferta salvezza. L’Hellas dell’ex Juric è piegato in un tempo dalla doppietta di Sanabria, a segno al 13’ con un bel tuffo di testa e al 26’ sfruttando un bell’assist di Pandev. Al 44’ il perentorio stacco di Romero su angolo di Jagiello chiude i conti. In mezzo timidi tentativi del Verona con Dimarco e Pessina. Secondo tempo inevitabilmente meno spumeggiante: Genoa subito in dieci per la doppia ammonizione a Romero, rosso anche a Juric per proteste, poi Borini e gli ex Veloso e Salcedo cercano invano il gol della bandiera.

LECCE-PARMA 3-4
Il Lecce torna in Serie B appena un anno dopo la promozione ottenuta con il secondo posto nel campionato cadetto. La sconfitta contro il Parma si unisce alla netta vittoria del Genoa sul Verona, che condanna la squadra di Liverani. I giallorossi sono comunque entrati in campo contratti e vengono travolti in avvio: sfortunato l’autogol di Lucioni al 10’ (carambola dopo tiro di Hernani sul palo), Caprari raddoppia al 24’, in mezzo sfiora il gol anche Kulusevski. Solo adesso i padroni di casa reagiscono, trovando il pari in cinque minuti: al 40’ segna Barak su cross di Mancosu, al 44’ Meccariello di testa da corner. Il risultato del Genoa però toglie forza al Lecce, così nella ripresa si gioca senza rete: Parma ancora avanti al 7’ con Cornelius, lo stesso danese e Caprari potrebbero affondare il Lecce, che incassa il quarto gol con Inglese a metà tempo. Poi la riapre Lapadula, ma non succede più nulla.

SASSUOLO-UDINESE 0-1
Poche emozioni al Mapei per l’ultima gara di campionato tra due squadre senza obiettivi. I neroverdi chiudono a quota 51punti, i bianconeri agganciano il Cagliari a 45. Caputo e Traorè spaventano Musso, ma le occasioni migliori sono per gli ospiti, con Lasagna su errato disimpegno di Consigli e con Stryger Larsen, che colpisce la traversa con un tiro-cross. Lasagna si fa perdonare servendo a Okaka il pallone del vantaggio al 10’ della ripresa. Sterile la reazione del Sassuolo, che non va oltre una gran traversa di Berardi dalla distanza.

Genoa