Sport Today
Rocco Commisso

Commisso esplode contro gli arbitri e contro la Roma

Il presidente della Fiorentina è una furia dopo il secondo rigore giallorosso: "Non è possibile che il calcio italiano continui a fare queste figure".

SPORT TODAY

Nella serata di domenica la Roma ha sconfitto per 2-1 la Fiorentina, ma le polemiche della squadra viola non sono mancate al fischio finale, anzi. Il definitivo vantaggio giallorosso è arrivato su un rigore concesso dall'arbitro Chiffi. Azione del rigore dove è stato coinvolto lo stesso direttore di gara, con un tocco involontario al pallone (e per questo, secondo la Fiorentina, l'azione doveva essere fermata).

Questa tutta la rabbia del presidente Rocco Commisso, che ha affidato ai social della Fiorentina il suo messaggio: "Ci sono regole e regolamenti, se l’arbitro tocca il pallone, influenzando il proseguimento dell’azione, deve interrompere il match e la palla deve essere rimessa in gioco. Vorrei che ci spiegassero questa ennesima situazione dove qualcuno ha deciso di non applicare il regolamento. Come ci era già successo con il mancato utilizzo del VAR anche questa volta ci troviamo a non capire il criterio che viene utilizzato e perché non possiamo contare su regole e tecnologia uguali per tutti. Non è possibile che il calcio italiano continui a fare queste figure e bisogna al più presto prendere dei rimedi e trovare delle soluzioni urgentemente. E non voglio aggiungere altro, quando mi sento preso in giro e vedo che si prende in giro i miei ragazzi e i nostri tifosi, non posso stare in silenzio, ma questa sera tutti hanno visto cosa è successo e i commenti questa volta li lascio agli altri".

. Anche Beppe Iachini a fine partita ha voluto commentare l'episodio. "L'episodio finale ci ha lasciato con l'amaro in bocca perché c'è stato un tocco che l'arbitro avrebbe dovuto ravvisare. L'ha toccata lui e doveva scodellare il pallone. Non vado a discutere in sé e per sé il rigore. Ma c'è stato un tocco dell'arbitro, l'ha deviata in favore del giocatore che ha calciato e doveva scodellarla già lì. Per me l'azione doveva essere fermata prima. Ho chiesto di rivedere l'episodio con il VAR, avevo visto questo episodio da lontano".

Dal club, intanto, hanno fatto sapere che il dg Barone ha chiamato i vertici del calcio: tutti avrebbero ammesso l’errore commesso da Chiffi. 

Rocco Commisso

Rocco Commisso