QUESTO SITO NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA'

Tour de France, Filippo Ganna: "Voglio viverla come una corsa normale"

30 GIUGNO
CICLISMO

Ganna non vuole pensare all'importanza della corsa, ma deve concentrarsi esclusivamente sulla pedalata.

SPORT TODAY

Finalmente siamo arrivati a pochissime ore dall'inizio dell'edizione 2022 del Tour de France, la corsa ciclistica a tappe forse più prestigiosa del mondo. Quest'anno si inizierà dalla Danimarca, e precisamente dalla sua capitale Copenaghen, città della Sirenetta, dove nella prima giornata di sarà una cronometro di 13 km, tutta nei confini cittadini.

Grande favorito per la conquista della cronometro non può che essere Filippo Ganna, l'italiano due volte Campione del mondo a cronometro. Proprio Ganna ha parlato delle sue sensazioni alla vigilia dell'inizio del Tour. Queste le sue parole al Corriere dello Sport ma riportate da OA Sport:

"Sto incominciando a prenderci la mano per le gare così importanti. Non devo concentrarmi su quanto è importante il Tour, su quanto sia prestigiosa quella maglia e su quante persone faranno il tifo in strada. Desidero viverla come una corsa qualunque, di solito la soluzione è la semplicità. Pericolo Covid? Il virus è talmente imprevedibile da farti essere quasi impotente. A una certa pareva impossibile arrivare a Copenhagen. Sono spiacente per i tifosi, ma serve che tenga la mascherina e che rispetti le distanze. Mi auguro di uscire indenne pure dai tamponi successivi. Preparazione? Isolarsi a 2800 m, al Rifugio Maroli sopra Mucugnaga è stata cosa difficile a livello mentale. Anche rinunciare al cibo è molto dura, ma serve seguire una dieta davvero rigorosa. Ormai lo sanno tutti, amo la Nutella e le caramelle, ma in questo momento proprio non posso mangiarle".

Una parola anche sul pensiero Maglia Gialla:

"Sono troppo concentrato sull’avvicinamento e sulle rifiniture da concordare col mio allenatore per pensarci davvero. Le cronometro si vincono soprattutto con la testa, non basta pedalare".

Ganna

GettyFilippo Ganna

NOTIZIE CORRELATE