CALCIO/CALCIOMERCATO

Confessione Morata: "Sarebbe bello lavorare con Simeone"

3 GIUGNO
CALCIO/CALCIOMERCATO

L'attaccante spagnolo non dissipa i dubbi sul suo futuro, a metà tra Juventus e Atletico Madrid: "Giocherò dove mi vorranno di più".

SPORT TODAY

La Juventus spera di strappare il rinnovo del prestito oneroso dall'Atletico Madrid, lui attende che la situazione si evolva in un modo o nell'altro: l'attenzione di Alvaro Morata è, per ora, tutta per gli Europei da disputare con la maglia della Spagna, anche se i discorsi sul suo futuro non possono passare inosservati come se nulla fosse. 

Intanto concentrazione rivolta agli impegni con le 'Furie Rosse', come dichiarato nell'intervista concessa a 'Onda Cero': la mente non è mai stata sfiorata dall'idea di non prendere parte a questo importante appuntamento estivo. "Non avevo paura di essere lasciato fuori dalla Nazionale, ho giocato delle belle partite e fatto più assist che mai, se non fosse stato per il VAR avrei superato i 30 goal. In Nazionale ho sempre fatto bene quando sono stato chiamato in causa".

Giocare accanto a Cristiano Ronaldo è sempre un incentivo in più per migliorarsi costantemente. "Nella nostra mente è lui il goleador, perché sappiamo che se lui segna noi saremo più vicini a vincere dei titoli. Fa di tutto pur di vincere, non pensa ai numeri individuali. La sua è una mentalità d'acciaio, stile Rafa Nadal. E' qualcosa che ammiro e giocare al suo fianco mi diverte molto".

Infine il tema più spinoso, quello del futuro: da parte di Morata l'ammissione di essere tentato da una nuova esperienza con Diego Simeone. "Sarebbe bello essere di nuovo allenato da Simeone. Non devo scegliere, se mi dicessero di preferire due squadre direi Atletico Madrid e Juventus. Non so cosa accadrà, giocherò dove mi vorranno di più".

Alvaro Morata

Getty ImagesAlvaro Morata

NOTIZIE CORRELATE