CICLISMO

Tom Dumoulin: "Ecco cosa avevo perso in questi tre anni"

7 GIUGNO
CICLISMO

"Adesso so di nuovo che tipo di corridore è Tom Dumoulin"

SPORT TODAY

Ieri l’olandese della Jumbo Visma ha preso parte alla cronometro di apertura del Giro di Svizzera chiudendo fuori dalla top ten a 32 secondi dal vincitore Stefan Kung. Buone sensazioni per Dumoulin che a gennaio aveva deciso di prendersi un periodo di stop che lasciava presagire ad un ritiro definitivo. Invece, ricaricate le batterie e ritrovata la voglia di correre, Dumoulin è rientrato e ora potrebbe di nuovo lottare per un grande giro.

Sono ancora assaggi quelli di Dumoulin con le corse, come confermato da lui stesso a Het Nieuwsblad l’ipotesi ritiro non è ancora stata definitivamente cancellata dal suo vocabolario, ma intanto ha ritrovato di nuovo la sua anima: “Negli ultimi tre anni aveva perso il piacere di lavorare e correre – le parole di Dumoulin – Stare fermo per qualche mese mi ha aiutato tanto e ho imparato tanto, ho riscoperto che tipo di corridore sono. Il futuro? Vediamo cosa succederà dopo Tokyo, potrei tornare a lottare per un grande giro o pormi altri obiettivi o smettere di essere un corridore”.

Sul Giro di Svizzera appena iniziato, il neerlandese ha le idee chiare: “La classifica non è sicuramente un obiettivo, ma lo sono le due crono. Queste prove contro il tempo mi renderanno un po’ più sicuro. Anche se non puoi confrontare queste prove con quelle di Tokyo. Non importa, vedo queste prove a cronometro soprattutto come un test per capire quali sono i miei punti di forza“.

L'obiettivo primario della stagione di Dumoulin è chiaramente la manifestazione a cinque cerchi: “Il mio piano è di essere bravo a Tokyo come lo ero prima. Credo che sia possibile, altrimenti non avrei iniziato questo piano. Ovviamente tutto dovrà andare al posto giusto e ci si può chiedere se avrò abbastanza tempo per arrivare al mio livello migliore, ma sono fiducioso che funzionerà. Devo dire che sono rimasto scioccato quando sono tornato in sella per la prima volta dopo alcuni mesi senza allenamento. Dopo due settimane, ho fatto un test e sono rimasto sorpreso dal risultato. Il talento non è certo scomparso. Questo è anche il motivo per cui ho fatto delle Olimpiadi di Tokyo un obiettivo”.

TomDumoulin - cropped

Getty ImagesTeam Jumbo-Visma rider Tom Dumoulin

NOTIZIE CORRELATE