Sport Today
Chris Smalling

Mercato Juventus, idea Smalling: individuata la contropartita

Bianconeri pronti a inserirsi nella trattativa tra il Manchester United e la Roma per il difensore inglese, nell'ultima stagione in prestito ai giallorossi.

SPORT TODAY

Il gol segnato contro la Sampdoria nella partita che ha dato alla Juventus la certezza della conquista del nono scudetto consecutivo potrebbe essere una delle ultime tracce lasciate da Federico Bernardeschi a Torino.

Il centrocampista offensivo carrarese, infatti, può dire addio ai bianconeri appena tre anni dopo l’arrivo dalla Fiorentina per 40 milioni di euro. Dopo due stagioni discrete con Max Allegri in panchina, sotto la guida di Maurizio Sarri non è arrivata l’attesa svolta. Bernardeschi, che non è riuscito a conquistare il posto da titolare, ha faticato a trovare un ruolo definitivo e potrebbe essere messo sul mercato come contropartita tecnica per arrivare ad alcuni obiettivi dei bianconeri per la prossima stagione.

La novità è che oltre al Napoli, dove il Nazionale azzurro può approdare in cambio di Arkadiusz Milik, è spuntata ora un’altra ipotesi.

Secondo quanto riportato da, infatti, la Juventus è pronta a inserirsi tra i giallorossi e il Manchester United nella trattativa per il riscatto da parte della Roma di Chris Smalling. Il centrale inglese classe ’93 è stato tra i protagonisti della stagione della squadra di Paulo Fonseca, ma le richieste dei Red Devils sono esose.

Da Manchester chiedono 20 milioni, mentre la Roma non vorrebbe andare oltre i 14. Se la distanza non verrà colmata, la Juventus è pronta a giocarsi le proprie carte e provare a convincere lo United, o magari la stessa Roma qualora i giallorossi riuscissero a riscattare Smalling, proprio inserendo il cartellino di Bernardeschi, valutato circa 35 milioni.

Bernardeschi, che è in procinto di cambiare agente, ha già espresso gradimento per la soluzione Napoli, anche se il presidente De Laurentiis ha ribadito la volontà di cedere Milik solo per soldi, circa 40 milioni nonostante la scadenza di contratto nel 2021, e senza l’inserimento di contropartite tecniche.

 

Chris Smalling

Getty Images