CALCIO/CALCIOMERCATO

L'addio al calcio di Bendtner: l'ex Juve si ritira

3 GIUGNO
CALCIO/CALCIOMERCATO

L'attaccante danese, protagonista di un'infelice parentesi in maglia Juve, appende le scarpette al chiodo. 145 i goal da professionista.

SPORT TODAY

Si chiude in maniera definitiva la carriera di Nicklas Bendtner. L'attaccante danese che in carriera ha vestito,tra le altre, le maglie di Arsenal, Juventus e Wolfsburg ha annunciato in via ufficiale il proprio ritiro dal calcio a 33 anni. 

Nativo di Copenaghen, calcisticamente parlando è cresciuto nel settore giovanile dell'Arsenal e proprio con la maglia dei 'Gunners' ha esordito da professionista a soli 17 anni. Eccezion fatta per una fugace parentesi in prestito al Birmingham, Londra rimarrà casa sua sino al 2011. Quell'estate, infatti, il centravanti scandinavo saluta la capitale e approda al Sunderland. 

L'esperienza sul palcoscenico dello 'Stadium of Light' è la proverbiale tappa di passaggio che precede il grande salto. La stagione 2012-2013, infatti, è quella dello sbarco in Serie A e ad acquistarlo è la Juventus campione in carica. Il soggiorno torinese, nonostante le buone premesse e un discreto carico di aspettative, si rivela un autentico flop.

Bendtner vince lo Scudetto che diverrà il primo titolo della sua carriera ma il suo ruolo all'interno della sceneggiatura tricolore è quello della comparsa: 9 presenze in campionato, una in Champions e zero goal messi a referto. 

A fine anno è già tempo di fare le valigie, direzione "casa". Bendtner infatti ritorna all'Arsenal dove riuscirà a mettere le mani sull'unico trofeo vinto con i 'Gunners', la FA Cup del 2014. Anche questa volta, però, la liaison con il club che gli ha donato i natali sportivi non è destinata a duarare e a fine stagione cala nuovamente il sipario

L'ultimo quinquennio di carriera ha tutte le fattezze di una lunga ed inesorabile discesa che sfocia nel ritiro definitivo. Bendtner gioca due anni nel Wolfsburg - dove vince una Coppa e una Supercoppa tedesche - poi sei mesi nel Nottingham Forrest prima degli atti finali che rispondono ai nomi di Rosenborg e Copenaghen.

Svincolato da agosto del 2020, oggi è calato ufficialmente il sipario sul suo percorso palla al piede. Nicklas Bendtner appende le scarpette al chiodo e chiude una carriera condita da 145 reti in gare ufficiali, di cui 30 con la nazionale danese.

Nel suo futuro c'è la volontà di rimanere nel mondo del calcio, magari nel ruolo di allenatore: "Mi manca giocare, ma sono anche consapevole che sia arrivata la fine.Cercherò qualcos'altro che mi porti quello che il calcio mi ha dato in tutti questi anni. Per questo motivo ho iniziato a studiare come allenatore. Spero di ottenere di più rispetto a quello che ho ottenuto da giocatore". Ha dichiarato l'ormai ex calciatore a 'Discovery +'.

 

Bendtner

Getty ImagesBendtner

NOTIZIE CORRELATE